Milano, 19 dicembre 2016

ECCO LA STORIA DI "NICOLAS", IL FORTUNATO PENSIONATO CHE HA VINTO 273.831,05€ A SIVINCETUTTO

Si è presentato oggi presso gli uffici Sisal di Milano, accompagnato dalla moglie e dal figlio, il fortunato vincitore che mercoledì 23 novembre ha centrato la vincita con punti 6 da 273.831,05€ al nuovo SiVinceTutto. La vincita è stata realizzata presso il Punto di Vendita Sisal Tabaccheria situato in Via XXV Aprile, 94 a Cerea (VR). 

Nicolas - nome di fantasia scelto dal vincitore - è un pensionato che ha passato tutta la sua vita a lavorare, condividendo sempre con parenti e amici molto di quello che riusciva a risparmiare Non traspaiono emozioni dallo sguardo di Nicolas, sembra quasi impassibile persino davanti a una vincita di oltre 270 mila euro. "Tutto questo - dice il vincitore - perché anche vincere può essere una cosa normale. E' normale se pensi che possa accadere, se credi di essere una brava persona". Con la stessa logica ha riposto la schedina vincente sopra la stampante. Tutto come sempre, come si appoggia una multa o una bolletta del gas. Fermo e deciso, ci ha raccontato che anche quando ha appreso della vincita, dal rivenditore prima e sul Televideo poi, è rimasto impassibile. Quella schedina doveva proprio far vincere lui che era passato in ricevitoria inizialmente solo per andare a comprare le sigarette alla moglie. Quel giorno decide di affidarsi alla fortuna giocando dei numeri casuali, diversamente da quando gioca al SuperEnalotto, dove è lui a scegliere quelli che gli ricordano cose positive e negative della sua vita. E, mentre la moglie, appresa la notizia, ballava e cantava, lui ancora nulla. Era troppo impegnato a pensare a come avrebbe potuto utilizzare i soldi, quelli che gli daranno per il resto della sua vita la serenità.


"Vorrei solo star meglio di ieri" - ha concluso il vincitore. "Con una parte dei soldi estinguerò il mutuo con l'altra parte farò degli investimenti. Poi ci concederemo qualche sfizio, quelli che fino ad oggi abbiamo solo sognato e che non credevamo possibile realizzare. Un bel viaggio magari".

< Torna agli articoli